Oltre 300 mila contadini indiani in piazza contro il Governo Modi

Di Luigina Ambrogio – 10 Dicembre 2020

la protesta dei contadini indiani contro la riforma agricola del governo modi

Da mesi oltre 300 mila contadini indiani, provenienti da una cinquantina di Paesi a prevalente attività agricola (in particolare dal Panjab, il “cuore” della produzione cerealicola indiana) stanno assediando Nuova Delhi per protestare contro la riforma agricola voluta dal governo guidato da Modi che rischia di impoverirli drasticamente.

A parlarcene con preoccupazione sono i parenti che lavorano nelle nostre stalle. Provengono infatti da quei Paesi gli indiani che accudiscono ai nostri animali: da anni i nostri allevatori si avvalgono di manodopera del Panjab per far fronte al lavoro della stalla, sia dei bovini che dei suini.

Questi contadini lavorano qui ma il loro cuore è là, al loro Paese, alle loro famiglie. E in questi mesi sono molto in ansia per i loro fratelli e per i loro genitori. A turno i loro famigliari assicurano la loro presenza nei presidi che ormai si sono trasformati in veri e proprii accampamenti intorno a Nuova Delhi. Viaggiano giorni e giorni sui trattori e su altri mezzi di fortuna per raggiungere il presidio, portando con sé coperte e teli per il riparo dalle intemperie. La Polizia cerca di allontanarli con manganelli, gas lacrimogeni e cannoni ad acqua. In questi mesi non si contano gli scontri con la polizia, che alza barricate per impedire il loro avvicinamento alla città.

Source: https://www.lafedelta.it/2020/12/10/oltre-300-mila-contadini-indiani-da-mesi-in-piazza-contro-il-governo-modi/

  • 863