Anche le donne si uniscono alle proteste degli agricoltori alle porte di Delhi

«Credo che se siamo unite, allora possiamo raggiungere il nostro obiettivo molto più rapidamente» ha detto una di esse

di Fabio Caironi
Giornalista

NEW DELHI – Migliaia di donne si sono unite, in occasione della Giornata internazionale della donna, alle proteste in corso da mesi in India contro le leggi di riforma agraria.

Riversatesi in massa in uno degli accampamenti montati da dicembre nei dintorni di Delhi (e diventati il cuore pulsante delle manifestazioni anti-governative) e con indosso sciarpe di un colore giallo brillante (che richiama i campi di senape), le dimostranti hanno cantato slogan e tenuto discorsi nei quali denunciano i danni che queste riforme, le più ingenti degli ultimi decenni, causerebbero ai contadini. Dall’altra parte, il governo parla di un piano di modernizzazione di un settore troppo ancorato al passato, che permetterebbe di ridurre enormemente gli sprechi e migliorare le catene di approvvigionamento dell’intero Paese.

Una partecipante, venuta appositamente dal Punjab, ha dichiarato all’agenzia stampa Reuters: «Questo è un giorno importante in quanto rappresenta la forza delle donne. Credo che se noi donne siamo unite, allora possiamo raggiungere il nostro obiettivo molto più rapidamente».

La polizia e gli organizzatori affermano che sono almeno 20mila le donne che hanno preso parte alla manifestazione. «Questa è una giornata che sarà gestita e controllata dalle donne, i relatori saranno le donne, ci saranno molte prospettive femministe introdotte e discussioni su cosa significano queste leggi per le donne contadine» ha dichiarato l’attivista Kavitha Kuruganti.

Source: Anche le donne si uniscono alle proteste degli agricoltori alle porte di Delhi – Ticinonline (tio.ch)

  • 755